Banner sfondo 1600 IL FATTO CERCA TE
ilFatto.net - Bitonto
mercoledì 21 novembre 2018 - 06:11
Real time web analytics, Heat map tracking
giweather joomla module

Onny TurittoBitonto. Un esterno d’attacco col vizio del gol. Sesto volto nuovo per l’Omnia Bitonto, che rinforza le corsie laterali offensive con l’inserimento di Onofrio “Onny” Turitto, un jolly laterale, sia destro che sinistro, barese, classe 91, ventisei anni da compiere ad ottobre.

Con Turitto la società offre un ulteriore tassello di qualità per mister Costantino nel reparto avanzato. Corsa, qualità e spinta inesauribile sono le armi del giocatore barese, che ha pure il vizio del gol: l’anno scorso, in Eccellenza, con la maglia dei cugini dell’US Bitonto, dalla quale proviene, ha siglato ben 8 reti.

Turitto vanta alle sue spalle già numerosi campionati rilevanti disputati anche in piazze molto importanti: Trani in Serie D, dove ha giocato con Massimo Fumai, poi ritrovato nella successiva esperienza tranese in Eccellenza; Martina Franca, sempre in D, assieme a Patierno e Montrone; Nardò in Eccellenza, dove ha vinto campionato e Coppa Italia nel 2010. E in ultima battuta Bitonto, sempre in Eccellenza, assieme a Campanella.

«Ho sposato il progetto Omnia perché serio e portato avanti da brave persone, che puntano sempre in alto – commenta Turitto –. D’altronde puntare sempre in alto è anche il mio obiettivo, quindi ho accettato subito. Ringrazio mister Costantino, i direttori Mancazzo e Rubini e soprattutto il presidente Rossiello per avermi voluto fortemente in questo progetto, spero di ripagare al meglio la loro fiducia».

«Ritroverò numerosi compagni di squadra già avuti nel passato – aggiunge –. Avrò il piacere di riabbracciarli di nuovo e mettermi all’opera con loro e con tutti i nuovi compagni di squadra per disputare un ottimo campionato. In ogni squadra in cui ho militato mi sono sempre portato dietro un buon ricordo, ho imparato molto da tutti gli allenatori che mi hanno allenato, e devo molto a tutti loro se sono diventato un bravo giocatore».

Quali i ricordi migliori del passato? «Dell’anno della vittoria del campionato e della Coppa Italia con il Nardó rimarranno sempre ricordi bellissimi – evidenzia l’esterno barese – ma non nego che porto ricordi altrettanto entusiasmanti anche della scorsa stagione con l’US Bitonto, abbiamo fatto un ottimo campionato, peccato per come è andata a finire, meritavamo sicuramente qualcosa in più».

Gli obiettivi per la nuova stagione. «Dobbiamo fare assolutamente un campionato ad ottimi livelli – conclude Turitto –. Questo campionato è molto difficile, c’è da combattere in ogni partita e su tutti i campi, per far sì che questo accada dobbiamo allenarci a 3000 all’ora ogni giorno, solo così potremmo toglierci tante soddisfazioni. Prima di pensare ad un obiettivo personale dobbiamo pensare a quello di tutta la squadra, bisogna creare un buon gruppo per arrivare in alto, l’individualità poi viene dopo».

Aggiungi commento

 

Codice di sicurezza
Aggiorna


Onny TurittoBitonto. Un esterno d’attacco col vizio del gol. Sesto volto nuovo per l’Omnia Bitonto, che rinforza le corsie laterali offensive con l’inserimento di Onofrio “Onny” Turitto, un jolly laterale, sia destro che sinistro, barese, classe 91, ventisei anni da compiere ad ottobre.

Con Turitto la società offre un ulteriore tassello di qualità per mister Costantino nel reparto avanzato. Corsa, qualità e spinta inesauribile sono le armi del giocatore barese, che ha pure il vizio del gol: l’anno scorso, in Eccellenza, con la maglia dei cugini dell’US Bitonto, dalla quale proviene, ha siglato ben 8 reti.

Turitto vanta alle sue spalle già numerosi campionati rilevanti disputati anche in piazze molto importanti: Trani in Serie D, dove ha giocato con Massimo Fumai, poi ritrovato nella successiva esperienza tranese in Eccellenza; Martina Franca, sempre in D, assieme a Patierno e Montrone; Nardò in Eccellenza, dove ha vinto campionato e Coppa Italia nel 2010. E in ultima battuta Bitonto, sempre in Eccellenza, assieme a Campanella.

«Ho sposato il progetto Omnia perché serio e portato avanti da brave persone, che puntano sempre in alto – commenta Turitto –. D’altronde puntare sempre in alto è anche il mio obiettivo, quindi ho accettato subito. Ringrazio mister Costantino, i direttori Mancazzo e Rubini e soprattutto il presidente Rossiello per avermi voluto fortemente in questo progetto, spero di ripagare al meglio la loro fiducia».

«Ritroverò numerosi compagni di squadra già avuti nel passato – aggiunge –. Avrò il piacere di riabbracciarli di nuovo e mettermi all’opera con loro e con tutti i nuovi compagni di squadra per disputare un ottimo campionato. In ogni squadra in cui ho militato mi sono sempre portato dietro un buon ricordo, ho imparato molto da tutti gli allenatori che mi hanno allenato, e devo molto a tutti loro se sono diventato un bravo giocatore».

Quali i ricordi migliori del passato? «Dell’anno della vittoria del campionato e della Coppa Italia con il Nardó rimarranno sempre ricordi bellissimi – evidenzia l’esterno barese – ma non nego che porto ricordi altrettanto entusiasmanti anche della scorsa stagione con l’US Bitonto, abbiamo fatto un ottimo campionato, peccato per come è andata a finire, meritavamo sicuramente qualcosa in più».

Gli obiettivi per la nuova stagione. «Dobbiamo fare assolutamente un campionato ad ottimi livelli – conclude Turitto –. Questo campionato è molto difficile, c’è da combattere in ogni partita e su tutti i campi, per far sì che questo accada dobbiamo allenarci a 3000 all’ora ogni giorno, solo così potremmo toglierci tante soddisfazioni. Prima di pensare ad un obiettivo personale dobbiamo pensare a quello di tutta la squadra, bisogna creare un buon gruppo per arrivare in alto, l’individualità poi viene dopo».

Aggiungi commento

 

Codice di sicurezza
Aggiorna

WEBtv